http://www.visittrentino.it
Polo della Meccatronica

Polo della Meccatronica

www.polomeccatronica.it

Un spazio comune dove produrre, ricercare, sperimentare prodotti e processi produttivi innovativi e più efficienti grazie all’interazione tra informatica, elettronica e meccanica. In una parola: meccatronica. Rovereto è uno dei pochi esempi in Italia di Polo dedicato alla meccatronica, dove imprenditori, lavoratori, ricercatori e studenti possono crescere condividendo un “habitat” ideale.

Il progetto di Polo della Meccatronica – Impresa Formazione Ricerca, fortemente voluto dalla Provincia autonoma di Trento, nasce come luogo fisico in cui possano collaborare in modo sinergico il mondo dell’impresa, della ricerca e della formazione, supportati dai servizi ad alto valore aggiunto forniti da Trentino Sviluppo. L’iniziativa rientra nel più importante intervento di riqualificazione urbanistica della storia recente della Città di Rovereto: un’area di oltre 20 ettari, che comprende anche l’areale ferroviario e l’attuale PoloTecnologico.

L’impostazione progettuale del Parco Tecnologico – Impresa Incubazione Ricerca, ovvero la parte del Polo della Meccatronica destinata ad accogliere le attività produttive e di ricerca, si è ispirata ad alcune esperienze internazionali di successo, tra cui il CEME (Centre for Manufacturing Excellence) di Londra ed Centro EPFL di Losanna, tra gli esempi più innovativi ed avanzati al mondo di interazione tra mondo produttivo e sistema della formazione.

Nel nuovo complesso produttivo si trasferiranno le 12 aziende già insediate nel Polo Tecnologico, oltre a laboratori e a spazi disponibili per nuove iniziative imprenditoriali. Gli edifici (corpi A e B), recuperati nel 1988 sull’architettura originaria dello stabilimento Pirelli, verranno successivamente demoliti per lasciare spazio alla parte dedicata alla formazione, che ospiterà gli istituti ITI Marconi e CFP Veronesi.

Nuovi edifici e palazzine per 20 mila metri quadrati sorgeranno su un’area di 14 mila metri quadrati: ospiteranno imprese, laboratori, università, centri di ricerca, istituti tecnici superiori, tutti dentro un unico parco scientifico e tecnologico tematico dove meccanica, informatica ed elettronica si combineranno nel segno dell’innovazione. Nel dettaglio, circa 15.000 metri quadrati saranno riservati ad attività produttive che abbiano con la necessità di dislocare attrezzature e macchine operatrici voluminose e pesanti. Oltre 5.000 mq saranno invece destinati ad uffici/terziario e ad attività produttive “leggere”.

La “road map” stilata da Provincia e Trentino Sviluppo fissa la posa della prima pietra del Parco Tecnologico entro l’estate 2012 e l’ultimazione dei lavori, compreso il trasferimento delle aziende, entro l’estate 2013. Il costo stimato dell’opera è di circa 18 milioni di euro.

Impresa di punta del nuovo Parco Tecnologico sarà Bonfiglioli Riduttori Spa, già presente a Rovereto dal 2011 con un centro ricerche orientato alla meccatronica, il Bonfiglioli Mechatronic Research Spa, ed attiva dal 2012 anche con una propria unità produttiva.
Il completamento dell’intero Polo della Meccatronica è previsto per la fine del 2016.

Per saperne di più

Stampa la pagina: Stampa la pagina
Condividi:
  • Condividi su Delicious
  • Condividi su Technorati
  • Condividi su su Facebook
  • Condividi su su Digg