Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino
dal 15/06/2017 al 15/06/2017

Tasse: a Trento la minore pressione fiscale d’Italia

La situazione nazionale per quanto riguarda la pressione fiscale che grava sulle imprese non è delle più rosee. Il Total Tax Rate (Ttf) delle piccole e medie imprese è stato nel 2016 del 60,9%, invariato rispetto all'anno precedente in cui si era registrato, invece, un sensibile calo. Le stime per il 2017 parlano di un 61,2%, a meno che non venga introdotto il nuovo sistema dell’Imposta sul reddito delle imprese.

In Trentino, però, la situazione è diversa per le piccole e medie imprese, con valori che si distinguono a livello nazionale. Il 4° Rapporto dell’Osservatorio permanente CNA sulla tassazione delle PMI “Comune che vai, fisco che trovi” mette Trento in cima alla classifica dei comuni in cui la tassazione è più leggera, rendendolo un territorio ideale per l’attività imprenditoriale.

L’indagine recentemente pubblicata considera 135 comuni italiani e un’impresa tipo italiana, con un laboratorio e un negozio, ricavi per 431mila euro, un impiegato e quattro operai di personale, 50mila euro di reddito.

Trento emerge come il comune con la minore pressione fiscale in Italia per le piccole e medie imprese con un valore del 53,9 nel 2016, 7 punti percentuali in meno rispetto alla media nazionale. Un primato che secondo le stime sarà invariato anche nel 2017 con una previsione di Ttf in Trentino pari al 54,1%. A seguire, tra i comuni con la minore tassazione, la classifica vede poi Gorizia (54,4%), Cuneo, Imola e Belluno (54,5%). Fanalini di coda di questa graduatoria sono invece Reggio Calabria (73,2%), Bologna (71,9%), Roma (69,1%).

Il rapporto completo è consultabile qui.


Torna all'elenco Indietro