Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Altri contenuti

Prevenzione della corruzione

 Piano prevenzione corruzione ai sensi della L. 190/2012

In sede di prima applicazione della L.190/2012 la Società, come previsto dal P.N.A., ha adottato i documenti evidenziati negli Allegati A e B sotto riportati.   

  • Allegato A - Check list contenuto minimo Modello 231 ai sensi P.N.A.
  • Allegato B - Analisi del rischio e gap analysis (completo di calendario di attuazione) - in corso di aggiornamento come previsto dalla determina ANAC 12/2015 -
  • Allegato C - Codice Etico
  • Allegato D - Documento di sintesi del Modello  di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs 231/2001 integrato ex L.190/2012 
  • Allegato E - Sistema documentale aziendale -

    costituisce il S.D.A. l'insieme delle Linee Guida, Procedure Gestionali, Procedure Operative e Circolari Organizzative che disciplinano e regolano la gestione dei processi aziendali, in particolare dei processi sensibili ex d.lgs 231/2001 e L. 190/2012.

  • Allegato F -Piano formativo L.190/2012 - aggiornamento 2015 a cura Organismo di Vigilanza - ( Piano formativo aggiornato annualmente) 
  • Programma triennale integrità e trasparenza
  • Sistema sanzionatorio Amministratori ex d.lgs 231/2001 ( documento riservato ) -  approvato il 20 dicembre 2013 e aggiornato ex L. 190/2012 il 27 gennaio  2016 -

Successivamente, come previsto dalle Linee Guida ANAC 8/2015 e come ribadito nell'aggiornamento del P.N.A. del 2016, la Società ha provveduto ad integrare i documenti componenti del Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs 231/2001 con i riferimenti alla prevenzione dei reati ex L. 190/2012;  non disponendo di un documento "Modello 231" suddiviso in sezioni, non ha provveduto ad inserire specifica sezione relativa agli adempimenti e presidi ex L. 190/2012 ma, disponendo di un documento "Modello 231" composto da una pluralità di componenti documentali, ha provveduto ad aggiornare ex L. 190/2012 i singoli componenti. 

Il Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs 231/2001 integrato ex L. 190/2012 copre anche i processi e le attività a valere sul cd Fondo Marketing svolte dalla Società secondo quanto previsto dalla convenzione stipulata con la Società controllata Trentino Marketing srl. 

 

Le varie componenti del Modello di Organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs 231/2001 integrato ex L. 190/2012  sono sottoposte a continui aggiornamenti al fine di renderle coerenti con l'evoluzione normativa di riferimento e con l'evoluzione organizzativa e di business della Società. Per quanto riguarda il livello effettivo di attuazione delle misure di prevenzione della corruzione, si evidenzia che l'efficacia delle misure attuate è garantita attraverso l'integrazione delle stesse con  le misure di prevenzione della corruzione ex d.lgs 231/2001. Tali misure sono pertanto sottoposte ad aggiornamento e a monitoraggio in merito alla loro osservanza/applicazione secondo le attività previste dal Piano di audit congiunto dell'Organismo di Vigilanza e del Responsabile della Prevenzione della corruzione e trasparenza.  

La funzione di Responsabile dell'attuazione del Piano di Prevenzione della corruzione fino al 31 12 2015 è stata ricoperta dall'Organismo di Vigilanza ex d.lgs 231/2001. Dal 01 01 2016 l'incarico di Responsabile della prevenzione della corruzione è stato affidato al Consigliere di amministrazione Tiziana Carella (privo di deleghe); in data 30/03/2017, in seguito alle dimissioni di Tiziana Carella alle quali il Consiglio di Amministrazione ha attribuito deleghe, l'incarico di Responsabile della prevenzione della corruzione e Trasparenza è stato conferito a Michela Lorenzini, Responsabile del Servizio Internal Audi della Società (NOMINA RPCT - MODULO INVIATO ANAC). 

Il Responsabile della prevenzione della corruzione e Trasparenza di Trentino Sviluppo S.p.A. è responsabile dell'attuazione delle misure di prevenzione della corruzione delle Società controllate TRENTINO MARKETING SRL e TRENTO FUNIVIE SPA.  

Per segnalazioni: anticorruzione@trentinosviluppo.it

Allegato:  

Trasparenza ex d.lgs 33/2013

Accesso civico

La funzione di Responsabile della Trasparenza è stata affidata fino al 31 12 2015 all'Organismo di Vigilanza ex d.lgs 231/2001; dal 01 gennaio 2016 l'incarico di Responsabile Trasparenza è stato affidato al Consigliere Tiziana Carella.

Dal 30/03/2017 l'incarico di Responsabile della prevenzione della corruzione e Trasparenza è stato affidato a Michela Lorenzini, Responsabile del Servizio Internal Audit della Società.

La richiesta di accesso civico deve essere riferita a dati e documenti per i quali pur vigendo l'obbligo di pubblicazione ex d.lgs 33/2013 non se ne rileva la presenza nella sezione "Società trasparente" del sito internet istituzionale della Società. 

Per esercizio dell'accesso civico scrivere al Responsabile della prevenzione della corruzione e Trasparenza al seguente indirizzo mail : accessocivico@trentinosviluppo.it. AL RPCT possono essere inoltre presentate le richieste di riesame relativamente alle istanza di accesso generalizzato ex d.lgs 33/2013 

Accesso generalizzato

L'art.6, comma 2,  d.lgs 97/2016 ha modificato la disciplina dell'accesso civico originariamente introdotta dall'art.5 del d.lgs 33/2013.

L'art.5, comma 2, d.lgs 33/2013 prevede che "allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5 -bis" .

Si evidenzia che i soggetti portatori di interesse per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti hanno il diritto di accesso ai documenti amministrativi secondo le modalità stabilite dalla L.241/90; si invita i soggetti interessati all'accesso ai dati e documenti a valutare, prima di inoltrare la richiesta, la propria posizione rispetto alla tipologia di accesso da attivare. Di seguito si illustrano le  tipologie di accesso, i criteri di scelta tra le varie tipologie e il riferimento per l'invio dell'istanza:

  1. accesso agli atti ex L. 241/90 : presenza di un interesse giuridicamente rilevante rispetto all'attività oggetto della richista - deve essere inoltrato a info@trentinosviluppo.it a segreteria@pec.trentinosviluppo.it oppure consegnata all'Ufficio Segreteria presso la Sede di Trentino Sviluppo S.p.A.;
  2. accesso generalizzato ex d.lgs 33/2013: nessun interesse giuridicamente rilevante rispetto all'attività oggetto della richiesta - deve essere inoltrato a accessogeneralizzato@pec.trentinosviluppo.it  nelle modalità di seguito elencate  

Il Consiglio di Amministrazione di Trentino Sviluppo S.p.A. nella riunione del 21 dicembre 2016 ha identificato nel Servizio Internal Audit la funzione aziendale alla quale presentare istanza di accesso generalizzato.

L'istanza di accesso generalizzato può essere trasmessa nelle seguenti modalità: per via telematica all'indirizzo PEC accessogeneralizzato@pec.trentinosviluppo.it o a mezzo posta o fax o direttamente presso gli uffici del Servizio Internal Audit della sede di Trentino Sviluppo S.p.A., Rovereto, Via Zeni n.8. Nelle istanze presentate a mezzo posta o fax dovrà essere evidenziato chiaramente il riferimento al Servizio Internal Audit quale destinatario.

Il procedimento di accesso generalizzato, previa attività istruttoria a cura del Gruppo di lavoro "Gestione accesso generalizzato", si conclude con un Provvedimento espresso e motivato a firma del Presidente del Consiglio di Amministrazione della Società nel termine di 30 giorni, salve le sospensioni per le motivazioni previste dal d.lgs 33/2013.

Trentino Sviluppo S.p.A. ha provveduto ad effettuare l'analisi dei dati e dei documenti afferenti alle proprie attività aziendali al fine di identificarne, per tipologia, le caratteristiche rientranti tra i motivi di esclusione e limiti all'accesso stabiliti dall'art. 5 bis del d.lgs 33/2013; si informano i soggetti interessati che, al fine di evitare un pregiudizio concreto alla tutela di interessi privati, visto il contenuto esclusivo di dati riguardanti gli interessi economici e commerciali , in via generale, saranno oggetto di "diniego" le istanze riguardanti le pratiche di " Pre-istruttoria" e "Istruttoria" volte alla valutazione delle richieste relative alle diverse tipologie di intervento  presentate a Trentino Sviluppo S.p.A.   tuttavia onde salvaguardare il principio sancito dalle Linee Guida ANAC 1309/2016 rimane inteso che per le relative istanze di accesso la valutazione del pregiudizio in concreto sarà compiuta con riferimento al contesto temporale in cui la stessa viene formulata garantendo così che il pregiudizio concreto sia valutato rispetto al momento ed al contesto in cui l’informazione viene richiesta e non in termini assoluti e atemporali.

 

 

Allegati: Modulo presentazione istanza accesso generalizzato

 

 

REGISTRO ACCESSI I SEMESTRE 2017

Per consultare il REGOLAMENTO ACCESSI, consultare: la Linea Guida LG-TS-03 -01 Sistema di prevenzione della corruzione - Programma per la trasparenza e l'integrità -

 

 

Indicazioni utili

Le indicazioni sotto evidenziate sono coerenti alle previsioni delle Linee Guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusione e dei limiti all'accesso civico di cui all'art.5, comma 2, del D.lgs 33/2013 approvate da ANAC con delibera n.1309 del 28 dicembre 2016

Oggetto dell'istanza

L'istanza di accesso generalizzato può avere ad oggetto tutte le attività della Società (vedi eventuali indicazioni sopra evidenziate), comprese quelle effettuate dalla Società controllata TRENTINO MARKETING SRL a valere sul Fondo Turismo gestito in nome e per conto di Trentino Sviluppo S.p.A..

Con la richiesta di accesso generalizzato possono essere richiesti i documenti, dati e informazioni in possesso della Società. Ciò significa che la Società non è tenuta a raccogliere informazioni che non sono in suo possesso per rispondere ad una richiesta di accesso generalizzato, ma deve limitarsi a rispondere sulla base dei documenti e delle informazioni che sono già in suo possesso e che  non è tenuta a rielaborare informazioni in suo possesso, per rispondere ad una richiesta di accesso generalizzato: deve consentire l'accesso ai documenti, ai dati ed alle informazioni così come sono già detenuti, organizzati, gestiti e fruiti.   

Si invitano i soggetti interessati a presentare istanza di accesso generalizzato a consultare, prima di presentare la richiesta, le varie sotto sezioni della sezione "Società Trasparente" al fine di verificare l'eventuale pubblicazione dei dati o dei documenti di interesse.  

Modalità di presentazione dell'istanza a mezzo telematico o fax o posta

L'istanza trasmessa per via telematica è ritenuta valida se: sottoscritta mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata,  sottoscritta e presentata unitamente alla copia del documento di identità,  trasmessa dall'istante mediante la propria casella di posta elettronica certificata.

L'istanza trasmessa a mezzo posta o fax deve essere sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.

Ammissibilità dell'istanza

La Società è tenuta a consentire l'accesso generalizzato anche quando riguarda un numero cospicuo di documenti ed informazioni, a meno che la richiesta risulti manifestamente irragionevole, tale cioè da comportare un carico di lavoro in grado di interferire con il buon funzionamento dell'amministrazione.  

Devono essere ritenute inammissibili le richieste formulate in modo così vago da non permettere alla Società di identificare i documenti o le informazioni richieste.

Costo a carico del soggetto istante

Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico è gratuito. Quando l'amministrazione risponde alla richiesta di accesso generalizzato mediante il rilascio di documenti ed informazioni in formato cartaceo, può richiedere il rimborso dei soli costi effettivamente sostenuti e documentati per la riproduzione su supporti materiali.

Informativa a tutela dei soggetti controinteressati

Laddove l'istanza di accesso generalizzato possa incidere su interessi di soggetti controinteressati legati alla protezione dei dati personali o alla libertà e segretezza della corrispondenza oppure agli interessi economici e commerciali (ivi compresi la proprietà intellettuale, il diritto d'autore e i segreti commerciali) Trentino Sviluppo S.p.A. ne darà comunicazione agli stessi al fine di permettere l'eventuale e motivata opposizione nei tempi e nei modi previsti dal d.lgs 33/2013.