Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Trend di mercato

Analizzare i dati di mercato e comprenderne i trend di sviluppo è fondamentale per un business di successo.

Grazie all’accesso a banche dati dedicate e a specifici accordi con altri enti ed istituzioni di ricerca presenti sul territorio provinciale, nazionale ed europeo, aiutiamo le aziende a comprendere i mercati per anticiparne le evoluzioni.

Ecco alcuni dei "dossier" elaborati direttamente o frutto della ricerca di altri enti ed itituzioni, particolarmente significativi ed utili per chi fa impresa.

L'innovazione nelle imprese trentine. Report ISPAT

Quanto innovano le imprese trentine? Meno della media nazionale, ma negli ultimi anni il divario si sta riducendo e non mancano segnali incoraggianti. Vanno meglio le aziende industriali di grandi dimensioni, nicchie interessanti stanno crescendo nel settore delle costruzioni. Quanto rende investire in nuovi prodotti o processi? Mediamente un 7% in più nel volume d’affari.
Queste ed altre evidenze e curiosità nel report “L’innovazione in Trentino” pubblicato a giugno da ISPAT, l’istituto di statistica della Provincia di Trento, che fotografa la propensione all’innovazione nelle aziende con più di 10 addetti nel triennio 2010-2012..

Mappatura delle competenze meccatroniche in Italia

La ricerca, condotta dal Politecnico di Milano (prof. Giambattista Gruosso, dott.ssa Marianna Giassi) per ANIE Automazione, ha l’obiettivo di investigare la capacità di innovazione di un particolare comparto del settore manifatturiero italiano: quello dell’industria meccatronica e dell’automazione. Nell’ottica europea di rilancio del settore manifatturiero basato sui concetti di Smart Factory o Industria 4.0, risultano di fondamentale importanza per le aziende aspetti quali l’innovazione di processo e di prodotto, la computerizzazione, l’uso di tecnologie abilitanti, dell’elettronica e dell’IT, l’automazione dei processi in ottica di ottimizzazione della produzione e rilancio della propria economia e competizione.
Lo scopo primario di questa ricerca è quindi quello di identificare, all’ interno del settore, i fabbisogni tecnologici e le esigenze attuali delle aziende che producono macchinari meccatronici/automatici o che li utilizzano per le loro produzioni finali.

Green Economy, motore di sviluppo

Sono 372.000 le imprese italiane dell’industria e dei servizi con dipendenti che hanno investito nel periodo 2008-2014, o prevedono di farlo entro la fine del 2015, in prodotti e tecnologie green. In pratica una su quattro, il 24,5% dell’intera imprenditoria extra-agricola. E nel manifatturiero sono una su tre (32%): la green economy è, per un pezzo considerevole delle nostre imprese, un’occasione colta.

L’economia trentina nel “report” della Banca d’Italia

Un prodotto regionale in aumento dello 0,8%, in linea con la media nazionale. Sostanzialmente stabile il mercato del lavoro, dove ha ripreso a crescere il tasso di occupazione dei 15-34enni.
Per quanto riguarda i settori economici ancora in crisi il mercato delle costruzioni, non aiutato da una debole domanda di opere pubbliche. Bene invece il terziario, che ha ripreso a crescere sospinto dal commercio e dalla ripresa dei consumi di beni durevoli, ed il turismo, grazie soprattutto alla componente italiana. Questa la “fotografia” fatta dalla Banda d’Italia nel rapporto “L'economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano” presentato a giugno 2016.

Come fare impresa con cultura e creatività

Attenzione a considerare la cultura cenerentola delle attività economiche: in Trentino il sistema produttivo culturale genera il 5,3% del valore aggiunto totale, conta circa 2 mila aziende per un giro d’affari di oltre 760 milioni di euro ed in tempo di crisi è tra i pochi settori a registrare un incremento di spesa delle famiglie. Sbagliato considerare improduttivi i finanziamenti nei settori artistico e culturale: ogni euro investito in cultura in Trentino dà origine a 2,49 euro di ricaduta economica sugli altri settori. Sono questi alcuni dei dati contenuti nel quaderno "La cultura come fattore di produzione per le piccole imprese" pubblicato nel maggio 2014.

Edilizia sostenibile in legno, antidoto alla crisi?

In quattro anni, dal 2008 al 2011, il settore delle costruzioni ha perso il 17,8% in termine di investimenti, ovvero circa 29 miliardi di euro. Si tratta della crisi più grave dal dopoguerra. Può l'edilizia sostenibile in legno rappresentare una leva di rilancio per il settore? A che condizioni e con che tempi? Alcune risposte vengono dallo studio pubblicato da Promo Legno.

Trentino Sviluppo, nuova mission. Come cambia il supporto alle imprese

L'intervento di Alessandro Olivi, vicepresidente della Provincia autonoma di Trento, a margine dell'Assemblea dei soci del 2 agosto 2014, invita la società di sistema a focalizzarsi su obiettivi strategici e riconfigurare l'assetto organizzativo per garantire servizi specialistici, integrando la non più sufficiente funzione immobiliare-finanziaria, finora prevalente. Gli snodi cruciali sono l'innovazione, sia in senso diffuso, sia concentrata nei poli tecnologici; l'export; la nuova imprenditorialità; l'utilizzo dei fondi europei per lo sviluppo e l'occupazione; la promozione di investimenti e, in generale, del differenziale competitivo del Trentino.