Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Il design settore strategico per l'export trentino

31/01/2019 -

Oltre venti imprese trentine del design e una quarantina di studenti dell’alta formazione si sono ritrovate oggi a Trentino Sviluppo in occasione della giornata formativa “Il design per l’internazionalizzazione”. L’incontro è parte di un più ampio percorso promosso da Trentino Sviluppo dedicato al settore del design quale leva per implementare la presenza delle imprese locali del settore sui mercati stranieri. Il trend è positivo a livello nazionale e in Trentino ci sono già mille imprese che si occupano di design con un export che sfiora i 400 milioni di euro. I settori trainanti sono quelli dei mobili d’arredo, della lavorazione di legno, metallo, vetro, pietra e plastica, oltre che delle stufe e delle tradizionali cucine economiche. L’incontro di oggi ha visto gli interventi di Valentina Auricchio e Venanzio Arquilla del Politecnico di Milano che hanno messo in luce le potenzialità di un approccio basato sul design fin dall’analisi dei mercati e che punta sulla qualità, individuata quale carta vincente delle imprese trentine.

Il design è una delle principali leve dell’internazionalizzazione per l’Italia, con 20,7 miliardi di euro di export del settore e un incremento del 6,6% registrato nel 2018. Tra le principali destinazioni ci sono Stati Uniti, Canada, Qatar, Turchia e Russia e tra i prodotti di punta senza dubbio quelli legati all’arredo. Il design è anche un approccio lavorativo trasversale, che riguarda i prodotti ma anche i servizi in chiave di internazionalizzazione. A questo tema è stato dedicato l’incontro formativo teorico e pratico promosso oggi a Trentino Sviluppo.

L’iniziativa nasce per fornire alle imprese trentine alcune indicazioni strategiche e utili per avere successo sui mercati esteri. Siamo molto contenti della numerosa partecipazione – ha detto Mauro Casotto, direttore operativo di Trentino Sviluppo – e della presenza di due classi dell’alta formazione MADE++: quella di oggi sarà un’occasione di positivo incontro tra le imprese e gli studenti.”

La mattinata ha visto l’intervento del professor Venanzio Arquilla, Segretario del Corso di Studi di Design del Politecnico di Milano, che ha commentato “Oggi i prodotti diventano sempre più intelligenti e complessi, quindi anche la professione del designer si sta evolvendo. Il design thinking è un processo di generazione di idee innovative che guarda al mercato da un punto di vista qualitativo e non quantitativo”.

Su questo punto è intervenuta anche la ricercatrice del Politecnico di Milano Valentina Auricchio, co-fondatrice di 6ZERO5, esperta in marketing strategico e design thinking. “Le imprese trentine sono particolarmente interessanti – ha detto - perché sono caratterizzate da una qualità elevata della produzione. Sono quindi pronte per i mercati esteri. Presentarsi come gruppo coeso – ha proseguito – permette di essere ancora più forti ed efficaci in questi nuovi contesti”.

L’evento è stato arricchito dalla condivisione di alcune testimonianze di imprese del settore, grazie agli interventi di Sabrina Taddei di Bauer Spa, Fabio Guaricci di Toy Design ed Emanuele Magini di Magini Design Studio.

Nel pomeriggio l’incontro è proseguito con il “Design thinking workshop” dedicato allo sviluppo dei progetti aziendali di nove imprese trentine.



Torna all'elenco Indietro