Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Spin Accelerator Italy: selezionate a Rovereto le otto startup finaliste

23/04/2019 - (f.r.) Calcio, tennis, basket, running ma anche sport minori e fitness, nel segno della passione per lo sport, che coinvolge milioni di persone nel mondo ogni giorno. L’innovazione guarda alla pratica sportiva e lo fa attraverso la tecnologia, come dimostrano le otto proposte selezionate nell’ambito del programma di accelerazione Spin Accelerator Italy, promosso da Trentino Sviluppo in collaborazione con Università di Trento e Hype Sports Innovation, all’interno del più ampio progetto di sviluppo del cluster dello sport in Provincia di Trento. I concorrenti dell’edizione 2019 hanno presentato le proprie idee di impresa ad una giuria molto qualificata, hanno partecipato a sessioni formative e hanno incontrato la madrina di questa edizione: la campionessa paralimpica Martina Caironi. Le realtà selezionate sono otto: la trentina Bitwear (Malè), Tennis Commander (Pisa), Golee (Milano), La La Sport (Inghilterra), Snapscreen (Austria), Speed4Lifts (Spagna), Sport Robotics (Italia) e Couch Coach (Serbia). Nei giorni scorsi si sono ritrovate a Progetto Manifattura per l’avvio del percorso di preparazione, in vista del Demo Day in cui incontreranno gli investitori, in calendario a Milano il prossimo 26 giugno.

Otto diverse startup con altrettante idee per offrire allo sport una marcia in più, grazie alla tecnologia. Il programma Spin Accelerator Italy, giunto alla sua seconda edizione, prosegue la sua opera di promozione dell’innovazione in campo sportivo. Promosso a livello mondiale da Hype Sport Innovation, Spin Accelerator opera con partner territoriali selezionali tra cui, unico in Italia, c’è il Trentino con la collaborazione tra Trentino Sviluppo e l’Università di Trento. Il programma gode di diversi patrocini, tra cui Coni, Comitato Italiano Paralimpico, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Italia Startup.
Progetto Manifattura, il polo greentech e sportech trentino, è il punto di riferimento di Spin Accelerator Italy. Proprio qui si è svolto il primo bootcamp, alla presenza della testimonial del programma Martina Caironi, vincitrice dei 100 metri piani alle Paralimpiadi di Londra e argento nel salto in lungo a Rio. I diversi team in concorso hanno esposto la propria idea di impresa di fronte alla giuria di esperti composta, tra gli altri, da: Matteo Vicentini, Department Manager di Decathlon Italia; Stefano Tamborini, Director di Wylab; Francesco Mantegazzini, Manager di Infront Lab-Infront Italy; Gianmaria Sbetta, Program Manager di Venturelab; Giuseppe Lira, Manager di Manifattura Valcismon; Fabio Lalli, CEO di IQII Digital Company e Riccardo Fisogni, business angel.
Le startup selezionate sono: Bitwear (Malè, Trentino), ideatrice di Vesteex, una t-shirt intelligente in grado di misurare e monitorare con precisione le prestazioni degli atleti e fornire supporto per gli allenamenti; Tennis Commander (Pisa), sistema che usa l’intelligenza artificiale di smartphone e smartwatch per trasformare un qualunque campo da tennis in un campo intelligente, rilevare dati sul gioco e trasformarli in informazioni utili per lo sportivo; Golee (Milano), partner digitale dei club sportivi con strumenti e servizi per semplificare le attività, anche amministrative, delle associazioni sportive; La La Sport (Inghilterra) un supporto per avvicinarsi allo sport che si preferisce, anche quelli minori, suggerendo attività, corsi, viaggi sportivi relativi anche alle discipline minori; Snapscreen (Austria), soluzione di riconoscimento delle immagini TV legate ad eventi sportivi che trasforma il telefonino in uno strumento di intrattenimento moderno e intuitivo; Speed4Lifts (Spagna), strumenti hardware e software in grado di misurare e migliorare l’allenamento di potenza con un alto livello di precisione; Sport Robotics (Italia) applicazioni meccatroniche e robotiche per l’allenamento nell’ambito del tennis e del calcio; Couch Coach (Serbia) App per gli appassionati di Basket per permettere alle società sportive di aumentare il livello di coinvolgimento dei fan anche attraverso il gaming.
Per queste startup ha preso il via, proprio nei giorni scorsi, una intensa fase di formazione e crescita con oltre 130 ore di seminari e workshop e il coinvolgimento di docenti ed esponenti del mondo imprenditoriale e dello sport di caratura internazionale. Gli startupper hanno trascorso due giorni, ieri e lunedì, nelle sale di Progetto Manifattura, tra seminari, incontri personalizzati e l’ascolto di casi di successo.
Una preparazione è propedeutica alla finalissima in programma il 26 giugno a Milano: un Demo Day in cui i team presenteranno la propria idea d’impresa e cercheranno di conquistare, da un lato, gli investitori e, dall’altro, il premio di 10 mila euro e la possibilità di continuare la propria avventura in Trentino all’interno di Progetto Manifattura.


Torna all'elenco Indietro