Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Dall’analisi del traffico telefonico al carpooling: il Gruppo Cinetix cresce in Trentino

06/05/2019 - (d.m.) Il Gruppo Cinetix cresce nel Business Innovation Centre di Borgo Valsugana e si appresta ad aprire una nuova sede operativa in Polo Meccatronica a Rovereto. Oggi il confronto con l’Assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento che ha visitato l’azienda incontrando il presidente e amministratore unico Gianni Pompermaier. In virtù di un accordo siglato con la Provincia e Trentino Sviluppo, il Gruppo industriale fondato nel 2003 a Padova ha infatti trasferito la propria sede legale in Trentino quattro anni fa, nel 2015. Ad oggi il Gruppo, che fattura complessivamente 15 milioni di euro ed occupa 63 addetti, è presente nel BIC di Borgo con cinque società e 25 addetti: oltre alla capogruppo Cinetix, vi sono infatti le controllate Microtel Innovation e Oxys, che sviluppano applicazioni hardware e software a supporto delle reti di telecomunicazioni, Phox che sviluppa software di robotizzazione di impianti industriali e Innovie che sviluppa sistemi per la mobilità sostenibile. Tra le criticità evidenziate dall’azienda, la difficoltà nel trovare e trattenere in Valsugana personale altamente qualificato.

L’Assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro, garantendo la massima collaborazione da parte dell’ente pubblico, si è detto «positivamente impressionato da una realtà dinamica e fortemente intenzionata a crescere in Trentino lavorando in un’ottica di filiera, alla continua ricerca di collaborazioni con aziende locali, garantendo in tal modo positive ricadute non solo in termini occupazionali ma anche per la crescita quantitativa e qualitativa del tessuto produttivo trentino».
Cinetix nasce a Padova nel 2003 per iniziativa dello stesso Gianni Pompermaier che mette a frutto precedenti esperienze tecniche e commerciali maturate nel settore dei sistemi ausiliari di analisi e controllo delle reti di telecomunicazioni. Partita da un nucleo di poche persone, l’azienda ha operato inizialmente come integratore di sistemi dedicandosi allo sviluppo soluzioni software e hardware basate su tecnologie di terzi integrate da componenti sviluppate internamente. Negli anni il perimetro dell’impresa si è ampliato in seguito alla decisione di creare e controllare aziende di scopo finalizzate alla realizzazione di sistemi specializzati anche in contesti diversi dal settore delle telecomunicazioni in particolare nei settori della meccatronica e della mobilità sostenibile ed il gruppo si è strutturato con sedi a Borgo Valsugana, Padova, Roma, Vercelli e Legnano (Milano).
Nel 2015 il Gruppo Cinetix ha firmato un protocollo di intesa con la Provincia autonoma di Trento, impegnandosi a trasferire la sede legale di tutte le sue aziende in Trentino e ad assumere 25 tecnici sul territorio. La Provincia dal canto suo si è impegnata a supportare le aziende del Gruppo tramite Trentino Sviluppo per l'accesso in particolare al sistema di incentivi per la ricerca applicata. Nell’ambito di tale accordo, Cinetix, Phox, Innovie e Microtel Innovation hanno ottenuto finanziamenti su progetti di ricerca per 2 milioni di euro.
Nel 2018 il Gruppo Cinetix ha sviluppato un fatturato di 15 milioni di euro, dei quali circa 3 milioni verso l’estero. Ad oggi il numero di addetti è pari a 63 unità, tutti assunti a tempo indeterminato, a cui si aggiungono alcuni tecnici con rapporto di collaborazione continuativo ed esclusivo; 45 sono ingegneri elettronici, ingegneri meccanici o fisici.
“A distanza di quattro anni dalla sottoscrizione dell’intesa - ha evidenziato il presidente Gianni Pompermaier - la valutazione è complessivamente positiva e molto efficace si è rivelato il supporto di Trentino Sviluppo a sostegno delle necessità concrete ed operative che le nostre aziende hanno dovuto affrontare”.
Tra le criticità affrontate con l’Assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro - accompagnato nell’occasione da Roberto Dal Bosco, responsabile dell’Ufficio di supporto allo sviluppo economico del Dipartimento provinciale e da Sergio Anzelini, presidente di Trentino Sviluppo – è stata evidenziata in particolare la difficoltà nel reperire personale qualificato e, soprattutto, disponibile ad accettare come sede di lavoro Borgo Valsugana, e questo nonostante incentivi economici erogati proprio per favorire le assunzioni in Trentino.
Di qui l’impegno delle parti ad affrontare il problema nelle sedi istituzionali competenti, coinvolgendo anche il Dipartimento della Conoscenza, l’Università di Trento e, in generale, la scuola secondaria superiore.

Lo sviluppo di Cinetix in Trentino
La crescita di Cinetix qualifica ulteriormente la presenza negli incubatori d’impresa di Trentino Sviluppo di aziende innovative, ad elevato potenziale di crescita e che impiegano personale altamente qualificato.
Il primo “assaggio” trentino per Cinetix risale al 2013, quando l’azienda acquisisce il controllo di Innovie, startup nata nel Polo Tecnologico di Rovereto che si occupa di sistemi a supporto di trasporti e mobilità sostenibile, quali ad esempio il carpooling.
Il “secondo passo” in Trentino vede protagonista un’altra società del Gruppo, Microtel Innovation, specializzata nella progettazione e produzione di apparati per l’analisi di flussi dati ad alta e altissima velocità, che da fine dicembre 2014 è insediata presso il BIC di Borgo Valsugana dove ha avviato il progetto di ricerca “Fast2Ethernet”.
Alla Provincia e alle sue unità operative, in particolare al Dipartimento per lo sviluppo economico e a Trentino Sviluppo, non sono sfuggite le notevoli potenzialità del Gruppo Cinetix a tal punto da avviare negoziazioni che hanno portato nell’aprile 2015 alla firma di un protocollo d’intesa che impegna Cinetix a trasferire in Trentino, nel BIC di Borgo Valsugana, la sede legale propria e delle altre due società controllate non ancora “trentine”, ovvero Oxys (controllo reti dati) e Phox (progettazione e automazione di impianti industriali). L’azienda, oltre ai contributi provinciali sui progetti di ricerca applicata, ha potuto contare negli anni sui servizi ad elevato valore aggiunto offerti da Trentino Sviluppo ed in particolare sugli strumenti di supporto all'internazionalizzazione.
Nei prossimi mesi, entro il 2019, si compirà il “quarto passaggio”, ovvero l’apertura di una nuova sede operativa a Rovereto presso Polo Meccatronica attiva nel settore della progettazione e realizzazione impianti industriali, con un progetto nel settore robotico.


Torna all'elenco Indietro