Trentino Sviluppo

Visit Trentino
Visit Trentino

Qatar e sistema casa

Il Qatar è oggi una delle realtà più dinamiche e in crescita dei Paesi del Golfo, nonché uno dei Paesi più prosperi a livello mondiale. Nonostante le sue dimensioni ridotte (è grande più o meno quanto l’Abruzzo), secondo i dati diffusi dal Fondo Monetario Internazionale relativi al 2017, l’emirato è infatti il Paese con il più alto PIL pro capite al mondo quasi 125 mila dollari.
In passato il Paese ha fondato la maggior parte della sua ricchezza sul settore “oil and gas” che contribuisce per oltre il 60% alla composizione del PIL qatarino: l’esportazione di petrolio e gas naturale rappresenta, infatti, la principale fonte delle entrate dello Stato, attraverso la cui gestione il governo si occupa del finanziamento di svariati progetti.
Sebbene l’economia qatarina sia sostenuta principalmente dal settore energetico, negli ultimi anni il governo ha tuttavia intrapreso un percorso di diversificazione economica volto a favorire la transizione da un'economia basata sullo sfruttamento degli idrocarburi ad un'economia di servizi e knowledge-based, favorendo l’afflusso di investimenti privati ed esteri - per i quali sono previsti incentivi ed agevolazioni fiscali molto vantaggiosi - in settori non export-oriented, primo tra tutti il petrochimico, ma anche in altri ambiti quali servizi finanziari, welfare, istruzione e formazione, turismo e sport. 
Nell’ambito della strategia di sviluppo governativa Qatar National Vision 2030, il piccolo emirato ha inoltre investito moltissimo nella modernizzazione del proprio sistema urbanistico ed infrastrutturale, ponendo particolare attenzione alla sostenibilità e all’efficienza energetica. 
A tutto questo si aggiunge il fatto che, nel 2022, il Qatar ospiterà i Mondiali di calcio: i già importanti investimenti immobiliari fatti dal Paese negli ultimi anni sono dunque destinati a lievitare. In occasione dei Mondiali, è previsto infatti un investimento di 4 miliardi di dollari per la costruzione di nove nuovi stadi e la ristrutturazione di tre strutture già esistenti, dotati di tecnologie all’avanguardia e di sistemi di climatizzazione a basso impatto ambientale, la cui capacità complessiva sarà di 600 mila spettatori. 
I progetti all’orizzonte non si limitano a questo: durante i prossimi dieci anni è previsto infatti che il Qatar investirà una somma di circa 185 miliardi di dollari in progetti di sviluppo ed infrastrutture (porti, aeroporti, autostrade, linee ferroviarie e metropolitane, ecc..), ma anche nel settore dell’hospitality e delle nuove costruzioni. Le grandi commesse infrastrutturali, assegnate in previsione dei Mondiali di calcio prevedono infatti considerevoli investimenti immobiliari e incrementi della domanda interna di elementi di arredo e di ogni componente di arredo legata allo sviluppo del "sistema casa”. 
La stagione, quindi, appare particolarmente favorevole per le aziende che operano nel settore edilizia, design ed architettura, e specialmente per i produttori del Made in Italy di eccellenza, che possono trovare spazio nei segmenti di fascia alta e luxury nei nuovi progetti in corso di realizzazione nel Paese.
Qatar chiama Italia dunque, e le aziende trentine in primis non possono non rispondere. Il settore dell’edilizia, infatti, genera in Trentino oltre un miliardo di euro di attività e un valore aggiunto pari a circa l’8% del totale della provincia. Buona parte di questa considerevole produzione si dirige verso i mercati esteri, incluso il Qatar che nel 2018 ha importato da Trento e provincia quasi 1 milione e 200mila euro di prodotti destinati al settore edile. Una percentuale ancora piccola, ma con ottime prospettive di crescita, sia in considerazione della notevole domanda proveniente dall’emirato che dell’offerta estremamente qualificata che le imprese trentine sono in grado di proporre, soprattutto in chiave di eco-sostenibilità. 
È in Trentino che si trova infatti Habitech, riconosciuto dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica come il primo distretto tecnologico italiano per l’edilizia sostenibile e le energie rinnovabili. Habitech è una realtà di eccellenza composta da oltre 300 tra imprese, enti di ricerca ed agenzie pubbliche che, partendo dalla vocazione “green” delle imprese e dei centri di ricerca del Trentino, mira a generare valore nel mercato dell'edilizia agevolando la sperimentazione di nuove combinazioni di saperi e tecnologie per migliorare il modo di abitare e di pianificare paesaggio e territorio. 
Proprio in considerazione dell'importanza crescente che lo Smart Building sta assumendo in Qatar e degli importanti investimenti che il governo sta riversando nel settore delle costruzioni, la Provincia di Trento, che ormai da diversi anni punta all’internazionalizzazione del proprio sistema produttivo, intende incentivare la presenza delle imprese trentine sul mercato del Qatar e ha organizzato tramite Trentino Sviluppo una nuova missione commerciale nell'ambito dell'edizione 2019 di Project Qatar. 
L’evento fieristico, che si è tenuto dal 29 aprile al 1° maggio nella capitale Doha, rappresenta la principale manifestazione organizzata nel Paese per numero di espositori e visitatori ed è la più importante iniziativa del settore delle infrastrutture, progettazione e costruzioni, con particolare attenzione ai materiali e alle tecnologie ecosostenibili. 

Torna all'elenco Indietro